Esporre è una cosa seria!


Per fare un mercatino o una fiera o anche un'esposizione delle proprie creazioni all'interno di un negozio, non basta avere i nostri lavori e uno spazio in cui poterle poggiare....
Per poter esporre bene le proprie creazioni, ed avere anche maggior probabilità di vendita, ci sono molte regole da seguire che si possono imparare solo con l'esperienza!
Se volete leggere degli ottimi consigli sull'argomento ecco un post che fa per voi QUI!
Ma a parte i consigli puramente burocratici ce ne vuole anche qualcuno più pratico e sono qui per dirvi la mia :)
In questo post avete potuto vedere come ho iniziato il mio percorso di restyling (che ha invaso in anteprima il blog) a tema circense. Lo stile è una cosa importantissima nelle nostre creazioni così come nel modo in cui le presentiamo, e per stile non intendo concetti puramente modaioli come "Oh che bello questo è molto figo, quest'altro no è roba vecchia...", ma intendo semplicemente lo stile sotto al quale si possono presentare bene insieme le nostre creazioni. Io ho scelto appunto il circo, ma passando anche per lo shabby (vedrete più avanti qualche foto..), il gipsy (o boho se preferite...immancabile in casa Bohemien!) e lo street style, inteso proprio come stile cittadino di ragazzi di periferia...e del reso non è forse in periferia che si trovano i circhi??


Tutto è iniziato da qui, l'estate scorsa. Una cassetta dei vini che con del polistirolo, del feltro e tanto colore, si è trasformata in una città piena di luci e grattacieli e una strada che....porterà al circo li vicino :)
Questa città verrà usata per l'esposizione di creazioni come gli Sugar Skulls, o Puppy, o i Robottini e i Gongolini! Le collane troveranno posto nelle aiuole, i personaggi nella strada e gli orecchini appesi nei grattacieli!
Realizzarla è un lavoro un pò lungo ma estremamente semplice, se comunque non siete in grado ma desiderate qualcosa del genere potete mandarmi una mail! La mail...la sapete a memoria, no? :P


Per ogni creativa/artigiana che si rispetti c'è una regola che viene imposta anche ad amici e familiari: non si butta via niente, se avete qualcosa che non vi serve datela a me che troverò cosa farci (prima o poi...).
Chiaramente quel prima o poi significa, tra un nanosecondo, forse fra due anni, forse mai, ma l'importante per noi è sapere che quella cosa c'è e semmai dovesse servire possiamo andarla a riesumare dalle scatole piene di roba semi-inutile che si è scartata negli anni!
Ed è così che un bel bottiglione di vino che sarebbe altrimenti accatastato insieme a milioni di altre bottiglie in attesa di essere riciclato, ritrova una nuova vita su un banchetto artigiano con tante collane appese!
Il fatto che io abbia messo tante collane uguali tra loro non è un caso, ma una scelta! Infatti usando questa bottiglia come espositore si ha sicuramente un pezzo che si fa notare, ma sia mettere che togliere le collane dal collo della bottiglia non è semplice, e se le collane sono tutte differenti, i clienti faranno un pò un casotto ogni volta che le andranno a guardare (= toccare!), se le collane sono uguali invece non hanno motivo per guardarle una per una (spostandole inevitabilmente e quindi facendole ingarbugliare!) quindi vi risparmierete delle trecce di collane che perdereste almeno mezz'ora per rimettere a posto!




Sempre a proposito di collane ecco un altro espositore estremamente semplice da realizzare!
Questo è stato creato riciclando pezzi di polistirolo: il più grande l'ho rivestito con la carta a strisce bianche e rosse, poi uno più piccolo l'ho rivestito con carta vellutata blu, e l'ho incollato nella parte bassa in modo tale che i pendenti delle collane possano risaltare. Dietro ho incollato un altro pezzo a circa 3 centimetri dalla base, in modo tale che poggiando su di esso, l'espositore stia in posizione inclinata! Alla fine ho fissato con vinavil delle puntine da disegno, semplice ma efficace! I colori ovviamente sceglieteli sempre in funzione dello stile che volete dare alla vostra esposizione ;)



Nel circo si sa, ci sono sempre dei caravan in cui gli artisti si vanno a rifugiare lontani dagli applausi....ed io ne sto realizzando un paio!!! Questo è un angolino del primo work in progress (ve li mostrerò finiti più avanti, promesso!) per la precisione è la zona "bathroom" (la zona "bed" sarà a destra del paravento), con paperetta interamente modellata a mano da me e con una vasca da bagno molto shabby ^^
Le pareti del "caravan" sono interamente dipinte a mano, sempre in stile shabby, mentre il pavimento è fatto con ritagli di carta washi, che ho comprato a Tokyo in viaggio di nozze.


Altra cosa che non può mancare nei pressi di un circo sono le giostre! E quindi non si può non utilizzare un carillon con i cavalli e se ci si riesce anche....una giostra handmade! La mia è un espositore per orecchini girevole (un primo piano lo avete visto nella prima foto di questo post), però è ancora in fase di studio per rendere stabile e definitiva la parte che serve a reggere gli orecchini....


E poi? Se non avete più spazio per gli espositori? Semplice, si decorano degli oggetti di piccole dimensioni che aiutino e accompagnino l'esposizione in alcuni punti strategici e che....non disdegnano di essere acquistati!!! Io ne sto preparando diversi (e del resto anche la vasca da bagno del caravan ha lo stesso scopo...) e quando i due caravan saranno pronti vi mostrerò anche gli altri che sto decorando, e chissà, magari se riesco vi faccio anche una foto all'esposizione completa!
Qualche altro consiglio pratico?
Se come me fate gruppi di creazioni molto differenti tra loro, per esempio...folletti e teschietti, o scegliete quello che preferite, scartando magari il gruppo che secondo voi viene venduto meno o quello di cui avete poco materiale da mostrare, oppure dovete mettere i due gruppi in due punti opposti ed inserire al centro delle creazioni che facciano da filo conduttore. Tornando all'esempio, in mezzo tra folletti e teschietti forse potrebbero starci bene delle creazioni che vanno dal romantico al gotico, farebbero da ponte di passaggio dai pixie ai teschi senza che il tutto risulti privo di senso...
Evitate pezzi unici in senso assoluto, mettetene alcuni in evidenza al centro dell'esposizione, ma che abbiano comunque a banco la "concorrenza" di pezzi meno importanti ma vagamente simili. Se vi occupate di vintage o steampunk ed avete creato un pezzo vistoso, importante, costoso, con una chiave antica, un bel pezzo unico che sovrasta esteticamente su tutto, date anche a chi ha pochi spiccioli la possibilità di comprare qualcosa che anche lontanamente gli si avvicini: fate una decina di collane con pendenti piccoli inserendo lo charm di una chiave, ho reso l'idea?
Ogni vostra creazione è unica, ma è importante che ci siano diversi pezzi simili tra loro sul banco perché a moltissime persone piace l'idea di potersi comprare qualcosa e poter regalare lo stesso oggetto alla mamma, alla sorella, alla migliore amica.
Se come me modellate a mano, ogni pezzo modellato è unico semplicemente perché non è un prodotto di fabbrica, se invece assemblate bijoux, diversificate con gli charm.
Bene....vi ho dato sicuramente molti spunti, molte idee per l'esposizione e molti consigli!!!
Anche se è solo mercoledì....vi auguro un buon finesettimana :D 

5 commenti:

  1. E questo post è davvero interessante, tornerò spesso a rileggerlo e prendere appunti ;-)
    Grazie e complimenti per il tuo lavorone :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie per essere passata sulla mia 500 e nel mio centralino ;-D
    E grazie per l'informazione sul sito slide, peccato che chiuda :-S Cercherò di sostituire le slide con altri video :-)

    RispondiElimina
  3. Adoro tutto questo post *_*

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte :))) sono contenta che vi piaccia ^^

    RispondiElimina

Benvenuti nel mio mondo di sogni fluttuanti, lasciate un segno del vostro passaggio